Ultima modifica: 29 Ottobre 2014

Area Famiglie

Visualizza tutto »

Ultimi 5 articoli pubblicati in ""

13 Giu 2019 Circolare 204 – calendario prove orali Esami 3ª SS1°

5 Giu 2019 I campi da gioco visti da scuola

La violenza si combatte sui banchi di scuola e sui campi da gioco:

Adulti e ragazzi insieme devono rispettare ogni persona,

accettando le regole che sono alla base del vivere civile.

 

L’Istituto Comprensivo “Daniele Manin” desidera manifestare la più profonda condanna per le offese gravissime rivolte all’Arbitro Giulia Nicastro da parte di alcuni genitori e di un giovane giocatore dell’A.C.D.  Treporti.

Citiamo l’articolo 10 della Carta Etica dello Sport, documento a cui il nostro Istituto quest’anno ha aderito( www.regione.veneto.it/web/sport/carta-etica ): “I genitori e gli accompagnatori si impegnano a mantenere in ogni momento delle dinamiche sportive un comportamento improntato al massimo rispetto degli atleti, riconoscendone le capacità anche se sono avversari, e dei giudici di gara, nonché degli altri spettatori, evitando di esasperare le varie situazioni agonistiche e di trasmetterle ai propri figli impegnati nell’evento sportivo”.

Invitiamo i genitori, consapevoli del valore formativo della pratica sportiva, a mettere in pratica i principi della Carta Etica dello Sport in famiglia, in campo di gioco e in tribuna.

Inoltre la scuola propone al Comune e a tutte le società sportive del territorio di aderire e sottoscrivere questo documento, di condividerlo e di diffonderlo.

Lo sport è un grande strumento per migliorare il benessere psicofisico, per sviluppare l’integrazione e la relazione sociale ed è componente fondamentale del processo di formazione e crescita dei ragazzi. Non deve essere trasformato in un mezzo di offesa e di denigrazione. Inoltre gli insulti sessisti, volti a infamare e a non riconoscere le capacità di saper arbitrare di una donna, ci devono ricordare che è stato violato un principio fondamentale della nostra Costituzione (Art. 3) che prevede pari dignità e pari opportunità per ogni persona.

Chiediamo fermamente che l’Amministrazione comunale si faccia carico di istituire un tavolo permanente di discussione e confronto educativo tra scuola e società sportive del territorio, poiché riteniamo necessario che gli enti preposti alla formazione dei giovani operino in accordo e in sinergia, condividendo principi, contenuti e metodi.

Il Dirigente e i docenti

dell’Istituto Comprensivo “Daniele Manin”

Secondaria di I° Grado Carpaccio

Infanzia Ca’ Savio e Treporti

Primaria Pertini, Manin

 

 

Il presente comunicato pubblicato sul sito del nostro Istituto Comprensivo sarà presto corredato dai fumetti realizzati da alcune classi della Secondaria Carpaccio, ispirati ai valori della Carta Etica dello Sport.

3 Giu 2019 Si informano le famiglie degli alunni nuovi iscritti per l’ a.s. 2019/20 che potranno visitare la scuola infanzia CA’ SAVIO il giorno 12 giugno 2019 dalle 10,30 alle 11,30 e la scuola dell’ Infanzia TREPORTI sempre il 12 giugno dalle 10,30 alle 11,30.

29 Mag 2019 Lutto dirigente V.Pecchini

L’I.C. Manin partecipa al lutto per la scomparsa del professor Vittore Pecchini, nostro ex Dirigente Scolastico.

27 Mag 2019 Giornata della Musica

GIORNATA DELLA MUSICA

Sabato 11 Maggio è stata organizzata la giornata della musica presso la Villa dei Leoni a Mira alla quale ha partecipato anche la nostra scuola. Gli allievi dell’indirizzo musicale hanno avuto la possibilità di esibirsi dalle 10:15 alle 17:30.

La giornata era aperta al pubblico per cui le famiglie sono potute venire a vedere le esibizioni.

Noi del G.P.S. eravamo presenti per due motivi:

Scrivere un nuovo articolo, ma, soprattutto, per suonare il nostro brano, visto che siamo dell’indirizzo musicale.

Nonostante siamo i G.P.S., all’inizio ci siamo persi un po’ in giro prima di arrivare a destinazione. Una volta arrivati il prof. Pavan ci ha indicato dove dovevamo esibirci e ci ha, anche, fatto vedere il teatro all’interno della Villa.

Le esibizioni si sono susseguite con il seguente ordine: prima le chitarre, poi le percussioni; infine, i clarinetti e i pianoforti si sono esibiti all’interno della Villa contemporaneamente alle chitarre.

Dopo aver pranzato abbiamo iniziato con le prove e poi a turno abbiamo realizzato la nostra “piece”.

Una volta finita la nostra parte ed aver giocato, per cancellare la noia dell’attesa, ci siamo alla fine ritrovati e congedati.

L’esperienza è stata molto emozionante e l’attesa si è rivelata veramente intensa.

Dopo aver suonato eravamo molto più rilassati e abbiamo pensato solo a divertirci.

I G.P.S.